Un pizzico di cattiveria in più…

Un pizzico di cattiveria in più…

Peccato, perché la corsa per l’Europa League continua a essere assolutamente  invitante. Peccato, perché a Roma contro la squadra di Di Francesco alla Fiorentina erano bastati tre tiri in porta per segnare due gol, vincenti. Invece al Franchi contro la Spal i viola di tiri in porta ne hanno fatti 24 per segnare… zero reti. Pari alla fine e visto che in queste partite-maledette di solito è più facile perdere che vincere si può quasi tirare un sospiro di sollievo. Positiva comunque la gara laddove i viola, seppur senza successo e mancando cinismo e di mira, hanno dimostrato di avere cuore e voglia di vincere, quello che i quasi trentamila che sono andati allo stadio chiedevano. E la corsa non è finita, anzi è già alle porte la gara con la Lazio. Magari chiedendo a Simeone e a Chiesa quel pizzico di cattiveria in più che forse, anche per l’età, non sono riusciti a tirar fuori contro la squadra di Semplici. L’importante però è continuare a correre, per la maglia, per Firenze, per Astori.

Alessandro Rialti

Articoli Correlati
Lascia un commento