Un piccolo sorriso di cui avevamo tanto bisogno

Un piccolo sorriso di cui avevamo tanto bisogno

Risultato giusto, indiscutibile di una «piccola» Fiorentina che comunque a Torino riesce a dominare la partita. Finalmente il miglior centrocampo di sempre. Benassi sbaglia troppo però corre, Veretout manca il calcio di rigore però poi si «inventa» il primo vantaggio viola, Badelj conferma che quando c’è è… molto meglio di quando non c’è e poi… Saponara. Già è tornato e si vede, con lui tutto potrebbe diventare meno difficile. Nessuno pensi di tornare a sognare, la Fiorentina di Pioli rimane giovane e acerba, però ha cuore e su questo nessuno deve speculare. La classifica continua a non far certo gridare al miracolo però adesso i numeri iniziano a tornare. Corvino ha «risparmiato» fra cessioni e riduzione del monte ingaggi quasi cento milioni di euro. Ovvio che oltre una certa posizione non si possa andare. Ma questo gruppo, che rimane ovviamente imperfetto, almeno sul campo, prova a dare l’anima. E’ poco? Probabilmente sì, ma chiedergli di più forse non è proprio possibile. Che almeno si battano per l’orgoglio, proprio come hanno fatto a Torino. Vale solo un piccolo sorriso? Sì, però ne avevamo tanto bisogno.

Alessandro Rialti

Articoli Correlati
Lascia un commento