Non c’è due senza tre

Non c’è due senza tre

La Fiorentina ha vinto le ultime 2 sfide disputate al Franchi contro i neroverdi

E’ la quinta sfida in serie A quella di oggi al Franchi tra Fiorentina e Sassuolo. I viola hanno vinto solo le ultime due. Hanno perso, invece, il primo confronto e pareggiato il secondo.

L’ULTIMO MATCH A FIRENZE E’ stato giocato il 12 dicembre dell’anno scorso (di lunedì alle 19). La squadra di Paulo Sousa si impose per 2-1 grazie a una doppietta di Kalinic nel primo tempo. Poi nella ripresa accorciò le distanze Acerbi.

L’ALTRO SUCCESSO DELLA FIORENTINA I viola di Sousa, sempre vittorioso con il Sassuolo al Franchi, si imposero anche il 17 aprile 2016 (unica partita in serie A tra le due squadre giocata di domenica alle 15 prima di questa) i per 3-1. Gonzalo Rodríguez portò in vantaggio a Fiorentina al 10′. Dopo il gol del pareggio di Berardi al 55′, Ilicic realizzò due minuti dopo la rete del nuovo sorpasso. All’83’ un clamoroso autogol (una papera colossale) del portiere Consigli fissò il punteggio sul definitivo 3-1. E’ stato quello il primo successo della Fiorentina con il Sassuolo al Franchi.

©Massimo Sestini

©Massimo Sestini

LE ALTRE DUE SFIDE IN SERIE A Il 24 settembre 2014 (era mercoledì) il match terminò 0-0. I viola furono anche molto sfortunati. Infatti colpirono due pali, uno nel primo tempo con Cuadrado e uno nella ripresa con Borja Valero. E così alla fine non riuscirono a conquistare la vittoria. Il 6 maggio 2014 (era martedì), tre giorni dopo la finale di Coppa Italia persa all’Olimpico con il Napoli per 3-1, la squadra di Montella ancora sotto choc fu battuta 4-3. Subì tre reti nel primo tempo ad opera di uno scatenato Berardi, andato a segno al 23′, al 33′ e al 42′. Ma il rigore concesso da Tagliavento sullo 0-0 e che aprì la strada al successo del Sassuolo lasciò molti dubbi, perché il fallo di mano di Borja Valero fu del tutto involontario. Nella ripresa i viola accorciarono le distanze al 12′ con Gonzalo Rodríguez che trasformò un penalty concesso per un fallo di Longhi su Joaquin. Poi Sansone al 19′ segnò di nuovo per gli emiliani. Ma con l’ingresso in campo di Pepito Rossi la Fiorentina si dimostrò subito più tonica. L’attaccante viola realizzò la sua prima rete dopo l’infortunio patito con il Livorno il 5 gennaio al 27′. E alla mezzora Cuadrado andò ancora a segno con un pallonetto su assist di Pizarro. La squadra di Montella poi realizzò il gol del pareggio. Ma Tagliavento annullò per fuorigioco la rete di Borja Valero. E così il match terminò con la sconfitta della Fiorentina per 4-3.

LA SFIDA IN C2 Fu la prima in assoluto tra le due squadre. Si disputò all’ultima giornata della stagione 2002/03 e terminò a reti bianche. La Fiorentina, allora Florentia Viola, era già promossa matematicamente, mentre il Sassuolo era già condannato ad affrontare i playout. Gli emiliani li persero nella doppia sfida con l’Imolese e furono retrocessi. Ma successivamente furono ripescati.

STEFANO PIOLI Ha allenato il Sassuolo in serie B nella stagione 2009/10.

Sono 2 e giocano nel Sassuolo. Si tratta di Francesco Magnanelli e Alessandro Matri. Magnanelli è stato nelle giovanili della Fiorentina nel 2003/04. Matri ha giocato a Firenze da gennaio a maggio del 2014, collezionando 15 gettoni di presenza in serie A e realizzando 4 reti.

Ruben Lopes Pegna

Articoli Correlati
Lascia un commento