L’ALIMENTAZIONE INFLUISCE SUL BIOTIPO ?

ECCO ALCUNI CONSIGLI NUTRIZIONALI PER QUESTO PERIODO NATALIZIO PER RIMANERE IN FORMA

cucchiaio-e-forchetta-con-decorazioni-di-natale_1220-84Abbiamo scritto più volte dell’influenza dell’alimentazione sul nostro temperamento. L’alimentazione modifica il biotipo agendo attraverso gli organi endocrini morfogenetici. Il tipo simpaticotonico o bilioso per esempio presenta addome stretto, torace largo, muscoloso, temperamento vivo, rapido, dinamico, inquieto, agitato, instabile, aggressivo.

In questo tipo di temperamento dominano l’ortosimpatico e gli ormoni simpaticotropi come l’adrenalina e ghiandole come tiroide ed ipofisi anteriore.

Il tipo linfatico o vagotonico appare con temperamento lento, paziente, laborioso, resistente, calmo, poco aggressivo. In questo temperamento predominano la funzione del parasimpatico e le ghiandole parasimpaticotrope come il pancreas e il surrene corticale.

Il tipo neurotonico alternante o sanguigno è quello più equilibrato prendendo un po’ entrambi le parti.  La carne fa parte degli alimenti endocrino simpatici: eccita la tiroide e l’ipofisi, il surrene midollare ed il sistema simpatico. L’alimentazione con poca carne quindi povera di grassi e proteine animali stimola l’apparato neuroendocrino anabolico, il pancreas, la corteccia surrene, il parasimpatico, le paratiroidi, il timo. Un soggetto simpaticotonico o bilioso avrà un metabolismo diverso da un soggetto linfatico, perché come abbiamo visto predomina la funzionalità di un organo o apparato rispetto ad un altro. Quindi anche il metabolismo è regolato dal temperamento. Del metabolismo organico fanno parte l’insieme delle modificazioni che permettono alla cellula di crescere, riprodursi, ripararsi e mantenere la propria organizzazione strutturale. Gli alimenti forniscono materiale ed energia alla cellula perché possa produrre: lavoro, calore, sintesi chimiche, regolare le funzioni vitali. In questo periodo natalizio la nostra forma fisica può essere messa a dura prova, ma ricordiamoci sempre che abbiamo dei saggi suggerimenti per non prendere troppo peso, per non influire in modo eccessivo sul proprio Biotipo.

In un programma nutrizionale equilibrato ci deve essere tutto ovviamente saggiamente distribuito nell’arco della giornata.

Inoltre l’alimentazione deve seguire il periodo stagionale per permettere all’organismo di ricevere il giusto apporto di vitamine e sali minerali importantissimi per il metabolismo.

Siamo quello che mangiamo, quindi l’alimentazione ha un influenza biochimica, fisiologica, psichica. Come possiamo difenderci in questo periodo di feste dove sicuramente la nostra dieta non potrà essere seguita alla lettera, oppure anche chi non fa diete non avrà un’alimentazione corretta. Ovviamente le feste vanno godute, a volte privarsi di tutto nei periodi particolari come il natale, o capodanno non fa bene alla mente, quindi ci possono essere dei suggerimenti per aiutarsi a superare al meglio i pasti abbondanti o non corretti di questo periodo.

Ecco alcuni consigli preziosi per le feste natalizie:

  1. E’ sana abitudine quando ci alziamo la mattina sopratutto durante le feste natalizie bere a colazione un ottima e genuina tisana depurativa, stimolante per il metabolismo, ideale per rafforzare le difese immunitarie. Come tisana del mattino scegliamo la seguente: zenzero fresco, buccia di limone biologico fare bollire 20 minuti e dopo aggiungere mezzo cucchiaino di miele eucalipto o acacia.
  2. Tutte le sere prima di andare a letto bere una tisana con cannella e miele.
  3. Integrare tutti i giorni magnesio puro.
  4. Se nei pasti mangiate molta carne cercata di bere prima del pasto acqua tiepida con limone. A fine pasto mangiate sempre un insalata con radice di zenzero grattata fine, carote, limone, olio extra vergine di oliva, sale rosa.
  5. Utilizzate nei condimenti molte spezie come cumino, salvia, e gocce di anice se piace, oppure dopo il pasto se c’è molto gonfiore mettere in un bicchierino anice anche in gocce e acqua tiepida.
  6. Non mischiate molti vini. Iniziate sempre da quelli meno alti di gradazione per finire con quelli più generosi.
  7. Dopo il giorno di festa non serve fare dei digiuni eccessivi, basta bere molta acqua durante il giorno e mangiare regolarmente o pesce con verdure o zuppe di legumi con verdure, non saltate mai i pasti.
  8. Un ora prima dei pasti mangiare un bella porzione di frutti di bosco; questo sopratutto nei pasti abbondanti e proseguire per venti giorni dopo. I frutti di bosco oltre ad essere ricchissimi di vitamine e sali minerali aiutano il metabolismo.
  9. Dopo i pasti se è possibile fare delle camminate di almeno mezz’ora. Oppure si può approfittare delle feste per incrementare l’attività fisica.
  10. Bere più acqua lontano dai pasti sopratutto oligominerale
  11. Mangiare sempre verdure fresche anche di stagione inserendo sempre olio extravergine di oliva.
  12. Evitare di inserire nello stesso pasto di pesce o carne i formaggi.

ermeteok

Catia Cecchini- Ermete srl

Articoli Correlati
Lascia un commento