L’ACQUA; nutriente indispensabile per la vita

L’acqua e’ il costituente essenziale per ogni cellula, rappresenta l’ambiente in cui si svolgono le reazioni vitali del metabolismo, assicura alle cellule lo smaltimento dei rifiuti ed ha un azione primaria nei meccanismi della termoregolazione.

indexL’acqua è un ottimo solvente, per cui le acque naturali contengono disciolte moltissime altre sostanze, per questo motivo con il termine “acqua” si intende comunemente sia il composto chimico puro di formula H2O, sia la miscela (liquida) formata dallo stesso, con altre sostanze disciolte al suo interno. L’acqua è una sostanza anfotera, ovvero capace di comportarsi sia da acido che da base.

A pH 7 (condizione di neutralità) la concentrazione di ioni idrossido OH- è uguale a quella di ioni idrogeno H+ (o idronio o ossonio H3O+). Quando questo equilibrio viene alterato, la soluzione diventa acida (maggiore concentrazione di ioni idrogeno) o basica (maggiore concentrazione di ioni idrossido).

Le acque destinate all’uso alimentare debbono infatti rispondere a determinati requisiti fisici, chimici e batteriologici. Dal punto di vista fisico un’acqua potabile deve essere incolore, inodore, insapore (anche se riscaldata), limpida, aerata e fresca: questi requisiti debbono mantenersi costanti nelle varie stagioni per testimoniare la provenienza dell’acqua da falde profonde al riparo da inquinamenti superficiali; brusche variazioni di temperatura in corrispondenza di abbondanti precipitazioni meteoriche rivelano probabili infiltrazioni nella falda di acque di superficie e quindi pericolo di inquinamento.

Chimicamente l’acqua potabile deve avere un residuo fisso (sali disciolti) compreso fra 70 e 500 mg per litro; non deve contenere ammoniaca, nitriti, grandi quantità di nitrati (sostanze di per sé non dannose, ma provenienti in genere da putrefazione di sostanze organiche), fosfati, cloruri e metalli pericolosi per la salute (piombo, mercurio e altri). Dal punto di vista batteriologico essa non deve contenere molti germi (non più di 100 per ogni cm3) e, comunque, nessun germe patogeno.

Le acqua più sicure sono quelle delle sorgenti montane e delle falde sotterranee profonde (se non inquinate).

Le possibili fonti di approvvigionamento dell’acqua si possono così classificare nel seguente modo:

Acque telluriche

Acque di falda profonda (sorgive, minerali, saline)

Acque superficiali

Acque dolci (fiumi, laghi)

Acque salate (mare).

ACQUE MINERALI

Ogni acqua contiene in soluzione quantità più o meno grandi di sostanze inorganiche (talvolta anche organiche), solide o gassose. Il termine “acqua minerale” non indica semplicemente un’acqua in cui sono disciolti dei minerali, bensì l’aggettivo “minerale” possiede un significato più complesso, in quanto tende a considerare le azioni terapeutiche correlate alla mineralizzazione.

In pratica queste acque contengono sostanze come il calcio, il sodio, il potassio, i bicarbonati, i solfati, il fluoro ed altre ancora in percentuali tali da svolgere un ruolo biologico importante, come abbiamo detto prima in relazione ai sali minerali.

L’apporto in eccesso o sbagliato di tali elementi può causare anche delle patologie.

La legge italiana identifica con precisione quali acque vanno definite minerali (D.L. 25/1/1992 n.105) e considera “minerali” le acque che, avendo origine da una falda o da un giacimento sotterraneo, provengono da una o più sorgenti naturali o perforate, che hanno caratteristiche igieniche particolari, favorevoli alla salute.

Il riconoscimento della qualifica di acqua minerale da parte del Ministero della Sanità pone questo settore sotto il controllo delle Autorità dello Stato e delle Regioni. La Comunità Europea, con la direttiva 777 del 1980, emanata al fine di uniformare le legislazioni sulle acque minerali fra i paesi membri, riporta una sua definizione che nella sostanza coincide con quella della legislazione italiana, suffragando il fatto che l’acqua minerale per “sua natura” possiede caratteristiche tali da differenziarla dalla normale “acqua potabile”. Per essere potabile un’ acqua non deve contenere germi patogeni.

Tutte le acque potabili contengono sali minerali. La legge tuttavia consente di chiamare minerale solo l’acqua dotata di proprietà salutari, legata alla presenza di particolari sali minerali e piccole quantità di oligoelementi. L’acqua deve essere imbottigliata così come sgorga dalla sorgente o con l’aggiunta variabile di anidride carbonica.

L’acqua del rubinetto può, invece, aver subito trattamenti come: filtrazione, clorazione, ozonazione prima di essere distribuita.

CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE

Le acque possono essere:

Oligominerali: azione diuretica, per la pelle e la cute.

Arsenicali, ferrugginose: potenziano il sangue e midollo osseo.

Bicarbonate: curano le gastriti, l’acidosi.

Solfate bicarbonate alcaline: azione lassativa, per intestino.

Cloruro sodiche: per obesità, stipsi, diarrea.

Acque radioattive: per lipidi, reni, antiallergica, affaticamento, gotta, sistema nervoso, sistema respiratorio, per stati di depressione mette allegria.

Acque salsobromoiodiche: per le infiammazioni articolari, otite, ginecologia, per la sterilità.

L’acqua è presente negli alimenti in percentuali differenti:

Nella frutta (dipende dalla freschezza e dal tipo di frutto, si trova nel melone il 93% nel fico il 27%)

Nelle verdure (dagli asparagi 93% ai piselli 79%)

Nelle carni (carne cruda di bue 66%, 74% coniglio, 73% pollo)

Nell’acqua sono presenti energia radioattiva, fattori organici ed energetici.

Adesso vediamo alcuni consigli utili per mantenere i principi organolettici dell’acqua e sue caratteristiche:

L’acqua deve avere una temperatura alla sorgente bassa.

Deve essere microbiologicamente pura.

Non deve essere acida e forte.

Deve essere conservata in bottiglie di vetro, meglio scure, o verde scuro.

L’acqua ha una memoria.

L’acqua può essere energizzata.

Quindi a questo punto possiamo considerare questo bene prezioso per la salute dello sportivo e di tutti noi, senza acqua non potremmo avere un equilibrato metabolismo e non è possibile la vita.

Catia Cecchini- Ermete srl

Articoli Correlati
Lascia un commento