Gli incubi di Lotito

Gli incubi di Lotito

I peggiori incubi di Claudio Lotito stanno per trasformarsi in realtà. Il Carpi è stato promosso dalla serie B con notevole anticipo e il Frosinone potrebbe seguirlo a ruota. Mentre per i play off − e quindi per la terza promozione − sono in lizza squadroni come lo Spezia, il Vicenza, il Perugia, il Pescara. Rimarrebbe il Bologna, adesso affidato a Delio Rossi, a rappresentare i club che potrebbero offrire qualche buon affare a chi gestisce i diritti televisivi, tanto cari al proprietario della Lazio e della Salernitana, promossa quest’anno in B.

Comunque l’anno prossimo la serie A avrà una notevole concentrazione di piccoli o piccolissimi club, qualcuno addirittura con stadi in prestito o fatiscenti. Infatti non va dimenticato che Empoli e Sassuolo si sono ampiamente meritate la riconferma. Che il Chievo naviga da tempo in acque sicure. Mentre squadre più blasonate, come Cagliari e Cesena, scivolano in B per manifesta inferiorità tecnica e tattica. Forse sarebbe logico immaginare una diversa distribuzione dei diritti televisivi, ma si dovrebbe anche modificare la struttura del campionato. Tre retrocessioni per venti squadre sono sproporzionate. Quest’anno, alla fine del girone d’andata, si conoscevano già i nomi delle destinate al salto del gambero. Il Parma poi era retrocesso addirittura in estate, se non altro perché in odore acre di fallimento dopo le sanzioni UEFA… Il fatto che abbia potuto cominciare il campionato è una delle tante stranezze della FIGC e della Lega, che poi hanno fatto la voce grossa infliggendo agli emiliani sette inutili punti di penalizzazione, che a niente sono serviti e a niente serviranno. Come si dice a Firenze, agli zoppi grucciate!

Il Parma che arriva stasera al Franchi è quindi una squadra spensierata, mentalmente libera. La Viola invece ha sfruttato solo in parte il favorevole scorcio finale di campionato. Le due sconfitte interne con Cagliari e Verona hanno tolto punti importantissimi alla classifica. Gara quindi da vincere assolutamente. Anche, ma non solo, per vendicare la scellerata partita dell’andata, conclusasi con un’incomprensibile sconfitta per uno a zero. E poi gli emiliani, in questo finale di campionato, giocano una partita bene e una male e sono reduci da un pareggio in casa contro lo schizofrenico Napoli di Benitez.

Quindi per una volta ci esponiamo e facciamo un pronostico: uno fisso.

Buona partita a tutti!

Duccio Magnelli

Articoli Correlati
Lascia un commento