Celeste Pin, 200 partite in viola e quella “sporca finale”. Il video

Celeste Pin, 200 partite in viola e quella “sporca finale”. Il video

Imbufalito con Pierluigi Casiraghi e con l’arbitro Soriano Aladren, esecutore del delitto perfetto in quella “sporca finale” del 2 maggio del 1990. Celeste Pin ha difeso per nove stagioni la maglia viola, combattendo con i centravanti di ogni latitudine, ma l’immagine che resta scolpita nella mente della sua epopea gigliata è quella all’epilogo della finale d’andata di Coppa Uefa fra Juventus e Fiorentina, uno degli scippi più eclatanti della storia calcistica bianconera. Nel dopo-gara lo stopper viola urla “Ladri!” e si presenta davanti alle telecamere a torso nudo per mostrare i segni dell’unghiata ricevuta dall’attaccante avversario, dicendo al mondo intero: “Quello che è successo l’hanno visto tutti. Mi sono saltati addosso in area ed era anche fuorigioco. Lascio a voi giudicare. Comunque a Firenze vinciamo noi 2-0 e vinciamo meritatamente. Questo lo deve sapere tutta l’Italia”. Purtroppo la Fiorentina non giocherà a Firenze, ma sarà spedita nel feudo bianconero di Avellino e quella partita – farsa finirà 0-0 con la Juventus a festeggiare, alla faccia dei 30mila tifosi viola accorsi al Partenio e dei loro sogni.
Quelle furono le due partite più importanti della lunga carriera fiorentina di un ragazzo della provincia trevigiana, sbarcato in Riva all’Arno via Perugia, a soli 21 anni per giocare al fianco di un certo Daniel Passarella. Tante gare, 200 in serie A, e pochi gol (solo due nel massimo campionato italiano più uno in Coppa Uefa). Ma il suo mestiere era quello di non far segnare gli avversari e “Celestone” ci riusciva spesso e volentieri. Tranne quando davanti a lui, oltre alle punte da controllare, ci si mettevano anche i fischietti dei direttori di gara…
Oggi, 25 aprile, l’ex difensore della Fiorentina compie 56 anni e noi del Brivido Sportivo non potevamo mancare nel fargli i migliori auguri.

Ecco il video, tratto da youtube, della finale d’andata di Coppa Uefa del 1990 con l’intervista di Celeste Pin a fine gara:

Tommaso Borghini

Articoli Correlati
Lascia un commento