Orsato pecca in uniformità, il Var corregge Mazzoleni

Orsato pecca in uniformità, il Var corregge Mazzoleni

Atalanta – Genoa 3-1 FABBRI – Sottotono rispetto alle ultime prestazioni, viene salvato dal VAR nell’occasione del rigore, inesistente, concesso al Genoa.

Benevento – Udinese 3-3 MARESCA – A pochi chilometri da casa… riesce a non fare “il fenomeno”, come spesso gli succede, e si vede. Bravo!

Bologna – Milan 1-2 GIACOMELLI – La decisione di annullare (in società con il VAR Gavillucci… altra “aquila”) il gol del 2-2 del rossoblu Orsolini su, presunto, fallo di mano del “Trenza” Palacio, potrebbe rivelarsi decisiva ai fini dell’assegnazione del 6° e 7° posto, ultimi utili per andare in Europa League, lotta nella quale sono coinvolte tuttora… Atalanta, Milan, Samp e Fiorentina, in ordine di classifica.

Crotone – Sassuolo 4-1 DAMATO – Dopo il disastro di Fiorentina – Lazio (3 – 4), di 10 giorni fa… il designatore Rizzoli lo ripresenta e, tutto sommato, il fischietto pugliese fa bene, nonostante il Sassuolo di Mr. Iachini sia in campo quasi per onor di firma, data la salvezza, quasi matematica, già conquistata.

Fiorentina – Napoli 3-0 MAZZOLENI – L’arbitro orobico non incide sul risultato e, decisamente, non è poco! Però non fa una prestazione da raccontare ai nipoti. Viene corretto dal VAR, Massa, nell’occasione del rigore concesso e poi tolto, con conseguente espulsione di Koulibaly, eroe una settimana prima allo “Stadium“ juventino. Insieme al collega in cabina di regia non vede, a mio avviso, un rigore abbastanza netto per fallo di mano di Albiol su cross dalla destra del “Cholito” Simeone; è vero che prima di toccare il pallone con il braccio il pallone gli sbatte su una coscia, ma lui non può andare in scivolata con il braccio stesso, palesemente alto per aumentare il volume. A corollario… Fiorentina – Napoli non è stata certo una partita “cattiva”, ma 8 ammoniti ed un espulso, parlano della consueta e cronicizzata mancanza di carisma ed autorità nei confronti dei giocatori, che si è sviluppata anche nella mancata espulsione di un Callejon apparso particolarmente nervoso, che dopo essere stato ammonito, ha ripetutamente, e platealmente, mandato “a quel paese”, lo stesso Mazzoleni, che non ha mosso ciglio.

H. Verona – Spal 1-3 BANTI – Fischia poco, come sua abitudine, ma alla fine viene premiato, perché fa una gara OK!

Inter – Juventus 2-3 ORSATO – Di sicuro non supportato dalla sua “squadra”, con Valeri e l’assistente Manganelli in testa, il fischietto scledense fa una controperformance che in tanti ricorderanno a lungo! Sull’espulsione dell’ex viola Vecino potremo stare a discuterne per l’eternità e forse non basterebbe… ma sulla mancata espulsione di Pjanic, già ammonito precedentemente, che si rende reo di un intervento scomposto ed imprudente su Rafinha (colpito al petto ed al viso con un’entrata quasi da arti marziali), non credo ci siano dubbi, anzi! Anche un’entrata di Barzagli (giunto al capolinea agonistico) su Icardi, tacchetti alti sul polpaccio avrebbe meritato, probabilmente, un altro provvedimento disciplinare, fosse solo il fatto dell’uniformità con quanto fatto per Vecino, tralasciando altri piccoli particolari. Concludendo, Orsato quest’anno non sta facendo bene, forse perché sperava di andare ai Mondiali ed invece ci va, con grande merito, il suo antagonista Rocchi, che sicuramente ha dimostrato sul campo, non ultimo episodio domenica scorso, dove la Juve ha perso in casa dal Napoli e non ha detto niente, confermando l’assolutà bontà della prestazione dell’arbitro fiorentino, in questo momento, sicuramente n° 1 in Europa e non solo. Orsato si consolerà e dovrà accontentarsi di andare a Russia 2018, comunque, in qualità di VAR, insieme a Valeri ed Irrati (quest’ultimo in grande sintonia emotiva e tecnica con Rocchi).

Roma – Chievo 4-1  CALVARESE – Il fischietto teramano (soprannominato 1 fisso  dai suoi stessi colleghi), fa una buona gara, con pochi fronzoli e parecchia sostanza. Bravo!

Sampdoria – Cagliari 4-1 ABISSO – C’è ancora parecchio da fare e lavorare per il “rookie” siciliano, per poter dire di essere un arbitro, vero, di serie “A”!

Torino – Lazio 0-1 IRRATI – Non sbaglia praticamente niente l’avvocato pistoiese, compreso il rigore, poi sbagliato da Luis Alberto, concesso alla Lazio.

Giancarlo Carmagnini

Articoli Correlati
Lascia un commento