Pirovano, Di Gennaro, Bruni, Sacchetti… Quando ex fa rima con Scudetto

Pirovano, Di Gennaro, Bruni, Sacchetti… Quando ex fa rima con Scudetto

Erano belli gli anni in cui Fiorentina e Verona vincevano lo scudetto. I viola se lo sono aggiudicati per la seconda e ultima volta quasi mezzo secolo fa, nel 1969, i gialloblù nel 1985. A contribuire al trionfo viola ci fu un ex giocatore dell’Hellas, Giovan Battista Pirovano. Furono addirittura tre gli ex della Fiorentina che regalarono il sogno tricolore a Verona: Luciano Bruni, Antonio Di Gennaro e Luigi Sacchetti. E, poi, c’è la vicenda di Francesco Rosetta, diversa comunque da queste.

PIROVANO Il terzino-mediano (ma all’occorrenza anche stopper, il difensore centrale di oggi) la Fiorentina lo acquistò dal Verona nell’estate del 1963. A Firenze rimase per sette stagioni, fino al 1969/70, collezionando 151 gettoni di presenza in campionato e realizzando 11 reti. Nel 1967/68, dopo la cessione di Hamrin al Milan, Pirovano divenne il capitano dei viola. Ma nella stagione successiva, quella dello scudetto, non giocando più titolare, la fascia passò a “Picchio” De Sisti. Pirovano, comunque, in quell’annata favolosa disputò 7 partite e a 32 anni si laureò campione d’Italia. Aggiunse così un altro titolo in bacheca, dopo la Coppa Italia e la Mitropa Cup, conquistate nella stagione 1965/66.

BRUNI E DI GENNARO I due centrocampisti, cresciuti nel vivaio della Fiorentina, furono protagonisti della memorabile impresa della squadra di Osvaldo Bagnoli che nella stagione 1984/85 conquistò un incredibile scudetto, perdendo soltanto due volte (ad Avellino e al Bentegodi con il Torino, che si classificò secondo staccato di 4 punti). Entrambi furono titolari inamovibili. In un campionato con 30 partite Di Gennaro (tra gli artefici anche della promozione in serie A dei veneti nel 1981/82) ne disputò addirittura 29, realizzando 4 reti. Bruni, che con la Fiorentina aveva vinto il torneo di Viareggio del 1978, giocò 27 gare, segnando un gol.  Di Gennaro arrivò anche in Nazionale, disputando tra l’altro il campionato del mondo in Messico del 1986.

SACCHETTI Era una riserva di lusso, uno dei ricambi fissi dei centrocampisti titolari della squadra di Bagnoli. Nella stagione dello scudetto gialloblù collezionò comunque 15 gettoni di presenza, siglando una rete. Sacchetti in maglia viola aveva vinto due tornei di Viareggio, nel 1978 (nella finale contro la Roma vinta dalla Fiorentina per 4-0 realizzò una rete) e nel 1979 da capitano.

FRANCESCO ROSETTA Il capitano della Fiorentina del primo scudetto (1955/56), dopo la conquista del tricolore, rimase un’altra stagione a Firenze ma concluse la sua carriera proprio nel Verona. Disputò 23 partite con la maglia gialloblù nel campionato 1957/58, il primo dei veneti in serie A, prima di lasciare il calcio.

 

Ruben Lopes Pegna

Articoli Correlati
Lascia un commento