Sergio Castelletti, quando la Fiorentina aveva grandi terzini

Sergio Castelletti, quando la Fiorentina aveva grandi terzini

Tra le lacune più evidenti e annose della Fiorentina di oggi c’è senz’altro quella dei terzini, ma ci sono stati tempi nei quali si sono vestiti di viola ottimi esterni bassi (per dirla con il gergo attuale). Uno di questi è stato, senza ombra di dubbio, Sergio Castelletti. Arrivato a Firenze nel 1958, a 21 anni, come futuro erede di un grande omonimo: Sergio Cervato. Con la partenza di quest’ultimo nel 1959, Castelletti è diventato padrone della fascia sinistra, costituendo un tandem di formidabili terzini con Enzo Robotti, raggiungendo anche la maglia della Nazionale. Tanti i suoi trionfi in viola: una Coppa delle Coppe, una Coppa Mitropa, due Coppe Italia, una Coppa dell’Amicizia italo-francese e una Coppa delle Alpi. Lasciò Firenze nel 1966, per trasferirsi alla Lazio, con 214 presenze all’attivo. Il 28 novembre del 2004 è scomparso, ancora giovane, nella sua Casale Monferrato e proprio oggi, nella ricorrenza della sua morte, noi del Brivido vogliamo ricordarlo e rendergli omaggio.

Tommaso Borghini

Articoli Correlati
Lascia un commento