Diego Fuser e quella mitica punizione che stese la Juve. Il video

Diego Fuser e quella mitica punizione che stese la Juve. Il video

A Firenze è rimasto un solo anno, giusto il tempo di entrare nella storia della Fiorentina, prima di andare a cercare fortuna altrove. Diego Fuser, nel breve lasso di tempo in cui ha vestito la maglia viola, è riuscito a fare ciò che sognano tutti coloro che hanno la fortuna di giocare in riva all’Arno: segnare un gol decisivo che vale la vittoria sulla Juventus. E’ il 6 aprile del 1991 e non è un giorno come gli altri. Perché al Franchi c’è Fiorentina – Juventus, ma soprattutto perché, per la prima volta, Roberto Baggio torna da avversario in quello che è sgato il suo stadio, davanti a quelli che sono stati i suoi tifosi. E’ il giorno passato alla storia come quello di Baggio che, sostituito nella ripresa, raccoglie una sciarpa viola lanciata in campo dalla tribuna, trasformando i fischi in applausi e suscitando le ire dei tifosi della Juventus. Quel giorno in cui la Curva Fiesole è protagonista di una coreografia mozzafiato, con il profilo dei monumenti di Firenze disegnato con le bandierine viola sullo sfondo bianco. Ma questa grande storia ne racchiude un’altra, forse non altrettanto grande, eppure certamente importante, almeno per il diretto interessato. In quella domenica di quasi 26 anni fa, un giovane ragazzo, arrivato in prestito dal Milan, veste la maglia numero 7 gigliata. Il suo nome è Diego Fuser. Al 41′ del primo tempo, è proprio lui a incaricarsi di battere una punizione all’interno della lunetta dell’area di rigore. Baggio, maestro dei calci piazzati, lo osserva da lontano. L’esecuzione è magistrale, il pallone va prima a sbattere sul palo alla sinistra di Tacconi, poi s’infila beffardo dalla parte opposta. Il Franchi impazzisce di gioia e il giovane Fuser viene sommerso dall’abbraccio dei compagni. La rete risulterà decisiva anche perché lo stesso Baggio è protagonista del “gran rifiuto” di calciare un rigore, gentilmente concesso dal signor Lo Bello, e Mareggini, l’altro eroe di giornata, para la conclusione di De Agostini per il tripudio generale. La Fiorentina vince così la partita della stagione e poco importa se alla fine dell’anno la classifica piange. La vittoria sui bianconeri vale tutto e Diego Fuser resterà scolpito per sempre nella memoria di tutti come uno dei mitici killer della Vecchia Signora. Oggi (11 novembre), nel giorno del suo 49esimo compleanno, vogliamo ricordarlo così.

Ecco il servizio su quella storica partita tratto da youtube:

Tommaso Borghini

Articoli Correlati
Lascia un commento