Celi e Russo agli ultimi fischi… non ci mancheranno

Celi e Russo agli ultimi fischi… non ci mancheranno

Atalanta – Milan 1-1 Rocchi – Altra prestazione “monstre” dell’Internazionale fiorentino inficiata, purtroppo, dall’errore (fuorigioco non segnalato) dell’assistente n° 2, Passeri, che non si avvede del “ricciolo”, modello Pippo Inzaghi, che fa il rossonero Delofeu nell’occasione del pareggio milanista, gol che potrebbe cambiare il risultato finale per l’assegnazione del 6° posto… posizione che, ricordiamo, darebbe accesso ai preliminari di Europa League, che vede ormai ridotto il duello a Milan e Fiorentina, essendosi l’Inter, quasi suicidata, sportivamente, da sola.

Bologna – Pescara 3-1 Di Martino – Al debutto “assoluto” nella massima serie (l’anno scorso, ricordo, era in Lega Pro), fa una buona gara, nonostante debba ricorrere all’aiuto del massaggiatore bolognese per un problemino al quadricipite sinistro occorsogli nel finale di partita, anche perché ben assistito da tutta la sua “band” .

Cagliari – Empoli 3-2 Mariani – Aiutato dai 22 in campo “la porta a casa” bene.

Crotone – Udinese 1-0 Fabbri – Direzione di gara concreta e di grossa sostanza. Adesso la parola d’ordine inderogabile è… continuità!

Fiorentina – Lazio 3-2 Celi – All’ultima, o forse penultima, gara in serie A, non convince particolarmente. Tralascia di ammonire Vecino e Murgia per 2 brutti interventi, rispettivamente su Djordjevic e Chiesa e, a mio modesto avviso, il fallo per cui nel finale ammonisce il laziale Hoedt per un’entrata molto scomposta su Borja Valero, era sicuramente da rosso pieno. Anche di lui, così come di Russo, non sentiremo più di tanto la mancanza nella prossima stagione…

Inter – Sassuolo 1-2 Massa – Partita con poco lavoro per l’Internazionale ligure. Hanno avuto un po’ più da fare i suoi assistenti che se la sono cavata, comunque, in modo più che egregio.

Palermo – Genoa 1-0 Doveri – Tutta la “squadra”, con il fischietto romano in testa, è stata impeccabile. Bravi!

Roma – Juventus 3-1 Banti – Non benissimo. Ormai impera il “diktat” che, è più bravo chi fischia meno… ma non sempre è così vero. Forse un po’ distratto dal cambio di assistente poco prima del via (Paganessi ha preso il posto di Tonolini subito dopo il riscaldamento pre gara), fischia poco nel 1° tempo, per poi fischiare troppo ed in modo inappropriato nella seconda frazione di gioco. Imperdonabile l’errore, Paredes che frana su Dybala era rigore netto, che avrebbe riaperto la partita, e che invece ha portato solo all’ingiusta (per la sostanza non per il modo evidentemente) ammonizione di Higuain che protestava per il fallo subito dal connazionale.

Sampdoria – Chievo 1-1 Maresca – Non convince molto per certe sue personalissime interpretazioni regolamentari, anche se alla fine, almeno per questa gara, ha ragione lui. Avrebbe bisogno, secondo me, di tornare ad arbitrare più serenamente, non considerando ogni partita una “guerra” contro tutto e tutti ma, semplicemente, una opportunità per far valere le sue indiscutibili doti tecniche, che pare aver messo in un cassetto per poi tirarle fuori solo quando gli fa più comodo.

Torino – Napoli 0-5 Irrati – L’avvocato pistoiese, alla fine, fa il suo, pur in un contesto non particolarmente ostico. Non lo fa invece l’assistente Vuoto (nomen … omen), che sbaglia più di una valutazione … e non è la prima volta quest’anno.

Giancarlo Carmagnini

Articoli Correlati
Lascia un commento